Slider

Libri e fumetti preferiti usciti nel 2019

mercoledì 1 gennaio 2020


Con il primo dell'anno è tempo di fare bilanci, anche in ambito libresco. Ho raccolto 5 libri, 5 graphic novel e 5 manga usciti nel 2019 che mi hanno rapito il cuore.

Libri

Quest'anno mi reputo fortunata nel dire che ho letto quello che mi andava quando mi andava, senza troppe pressioni derivanti dalle ultime uscite. Quasi tutte le letture fatte mi hanno lasciato qualcosa e, soprattutto, ho letto e scoperto tanti bei libri.


Un litro di lacrime, Kito Aya
La storia vera di una ragazza che scopre a 14 anni di avere una malattia degenerativa. In questo diario la vediamo crescere e affrontare i cambiamenti del suo corpo e della sua vita. Una lettura struggente che apre però gli occhi.


Nevernight, Jay Kristoff
Ne abbiamo sentito e letto in lungo e largo ma a ben ragione! Nevernight è a mani basse il miglior fantasy che ho letto quest'anno. Un'avventura complessa ambientata in un mondo costruito minuziosamente dall'autore in cui la protagonista si appresta a iniziare una scuola per assassini. Non un libro per tutti, ma sicuramente diverso, audace e magnetico. Trovate qui la mia recensione.


Circe, Madeline Miller
Nonostante io mi aspettassi qualcosa di leggermente diverso, non posso non inserire in questa classifica anche Circe. Un romanzo di formazione sulla maga famosa per aver irretito Ulisse. Ma cosa si nasconde dietro la donna? Miller prova a raccontare la vita di una dea, madre e donna in maniera molto delicata e spesso gentile. Trovate la mia recensione qui.


Le sette morti di Evelyn Hardcastle, Stuart Turton
Non penso sia un libro perfetto, ma è sicuramente una grandissima novità nel panorama crime. Turton unisce il giallo classico, quello alla Christie, con il thriller e il paranormale creando una storia bizzarra senza precedenti. Il protagonista della storia deve risolvere un omicidio e per farlo ogni giorno si risveglierà nel corpo di una persona diversa. Intrigante e unico. La mia recensione.


Se i gatti scomparissero dal mondo, Genki Kawamura
Un uomo scopre che sta per morire ma gli si presenta il diavolo con una proposta: vivere un giorno in più ma in un mondo senza qualcosa caro all'uomo. Una storia incredibile sul senso della vita e sì, si parla anche del rapporto speciale fra uomo e gatto. Qui trovate qualche pensiero in più.



Graphic Novel

Il 2019 è stato un tripudio di fumetti! Ne ho letti tantissimi e tanti molto, MOLTO, belli. È stato davvero difficile sceglierne solo cinque fra quelli pubblicati nell'ultimo anno.


Il principe e la sarta, Jen Wang
Il giovane principe di questa storia è un cross dresser e assume una nuova sarta affinché questa possa realizzare gli abiti che lui stesso disegna. Un piccolo gioiello che parla di accettazione, amicizia, libertà di esprimere se stessi e andare contro i pregiudizi della gente. Un fumetto amatissimo in tutto il mondo non solo per i temi che tratta, ma anche per la delicatezza del tratto.



Le malerbe, Keum Suk Gendry-Kim
Il dramma delle comfort women riportato nero su bianco. L'autrice ha intervistato una delle donne che durante la guerra, da ragazzina, è stata rapita e costretta a prostituirsi in un campo dell'esercito. Una storia molto forte che però è bene non dimenticare perché, purtroppo, la violenza fa ancora parte della nostra storia. Tutti i miei pensieri qui.


Italo, Vincenzo Filosa
Italo è un uomo ordinario: ha un lavoro che apparentemente lo gratifica, quello del fumettista, e una famiglia che gli vuole bene. Ha anche una dipendenza da antidolorifici da cui non riesce proprio a prendere le distanze, finché non comincia un percorso di disintossicazione. Questo fumetto non è però solo una storia di dipendenza, ma un vero e proprio spaccato sulla vita in Italia oggi. Crudo, scomodo, efficace. L'opera che tutti dovrebbero leggere.


Soul Guide, Golo Zhao
Una raccolta di storie collegate dalla figura della guida di anime. Storie di morte, lutto, dolore ma anche amore e speranza. Vi avviso, fa commuovere, ma è una di quelle opere che sa lasciare un profondo senso di speranza e positività girata l'ultima pagina.



P. La mia adolescenza trans, Fumettibrutti
Questo fumetto riguarda chi vuole essere libero di essere se stesso, chi per arrivare ad amarsi affronta un duro percorso e i pregiudizi degli altri. Si parla anche di sesso in maniera naturale, senza vergogna, una cosa che apprezzo sempre tanto. P. è una storia cruda ma necessaria.


Manga

Anche qui ho fatto tanta fatica a sceglierne solo cinque, ma penso che questi titoli rappresentino bene il mio 2019.


Le anime di Edo, Koichi Masahara
Una bellissima raccolta di storie più o meno collegate fra loro ambientate nel Giappone antico. Il contrasto fra la tradizione e la modernità del tratto dell'autore dona qualcosa di molto speciale. È un'opera nostalgica che non affronta solo antichi valori. Un vero viaggio nel Giappone più autentico. La mia recensione la trovate qui.


La mia prima volta, Kabi Nagata
Dal titolo e dalla copertina si potrebbe pensare a una storia che riguarda principalmente la sessualità dell'autrice, ma in realtà questo fumetto è molto di più. Kabi Nagata affronta la depressione e i suoi disturbi alimentari, le sue paure, in maniera tagliente ma anche ironica. La sua sincerità mi è arrivata dritta al cuore. Trovate tutti i miei pensieri in questo video.


Summer Time Rendering, Yasuki Tanaka
Sono rimasta da subito folgorata da questa storia perché è molto intrigante. Si tratta di un thriller con un tocco paranormale. Il protagonista torna nel paese in cui è nato per il funerale di una vecchia amica che era diventata quasi una sorella per lui. Ci sono però ancora dubbi sulla causa della morte della ragazza. Qui trovate le mie prime impressioni.


Bloom into you, Nio Nakatani
Nonostante i primi volumi non siano esattamente così originali, non potevo non includere questa storia fra le migliori uscite del 2019. Innanzitutto perché finalmente iniziano a esserci più yuri manga e poi trovo che l'evoluzione dei personaggi in questa storia sia davvero eccezionale. Al centro della storia c'è l'amore fra ragazze, anche se non corrisposto. Infatti una delle due è convinta di non potersi innamorare e di non poter provare quel sentimento di cui ha sempre letto nei fumetti. Un manga sull'amore ma anche sull'accettazione. Su RedCapes trovate maggiori pensieri.



Blue Flag, Kaito
Questo è a mani basse uno dei miei shounen preferiti di sempre, anche se ancora in corso. Parte sottovoce, quasi fosse il solito shoujo, eppure ha una marcia in più. I personaggi non hanno un solo volto, non vivono una sola dimensione ma sono complessi. Non si ha paura di mostrare anche i lati più oscuri e si affrontano tanti temi quotidiani. Una vera bocca d'aria fresca. La mia recensione la trovate qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Ultimi video

CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan