Slider

La scelta di Pandora di Yudori | Recensione

mercoledì 23 ottobre 2019


Yudori ha conquistato centinaia di migliaia di fan in giro per il mondo raccontando le dure storie delle donne asiatiche vittimizzate, come in "La scelta di Pandora". Inizialmente pubblicato nel 2016 come webtoon, questo fumetto arriva in Italia grazie a J-Pop in due volumi ed è la prima edizione cartacea fuori dal suo paese d'origine.

Pandora è una bambina di dieci anni con un padre bellissimo che passa le sue giornate a oziare e bere, senza prendersi cura della figlia che, anche per questo, cresce ribelle. Nella società americana del XIX secolo ci si aspetta che le signorine si comportino in un certo modo ma Pandora è l'esatto opposto di una qualsiasi sua coetanea. L'essere cresciuta senza madre, morta partorendola, di sicuro non ha aiutato e il rapporto con l'unico genitore rimastole non è dei più semplici.


La ragazza è inoltre vittima delle chiacchiere della gente in primis per il colore scuro della sua pelle e gli occhi asiatici, ereditati dalla bellezza della madre, e poi per il passato di chi l'ha data alla luce. Veronica era una prostituta molto ambita a Parigi quando, in seguito a un incidente, perde la gamba sinistra. È proprio in questo periodo che Chris le chiede di sposarlo e si trasferiscono entrambi a New York. Chris però non racconta alla figlia della madre. I pochi momenti che passano assieme li trascorrono a litigare. Non avendo ricevuto alcuna educazione, Pandora non ha peli sulla lingua e tende a dire tutto quello che pensa in maniera cristallina non solo al padre ma a tutte le persone che circondano la sua quotidianità. Ha però una fortissima personalità, ama leggere ed è decisa a voler trovare il suo posto in quel mondo che sembra spesso molto ostile nei suoi confronti.


Pandora ha una personalità molto spiccata ed è inevitabile affezionarsi al suo personaggio, soprattutto perché incompreso. Quante volte da bambini ci è capitato di non sentirci ascoltati e capiti dai più grandi? Oltretutto la ragazza pone dei quesiti molto interessanti sia sul concetto di famiglia che sul ruolo della donna. Pandora è circondata da figure femminili che sono sempre l'ombra di quelli maschili. Madri, serve, mogli.. tutte donne che subiscono mentre lei vorrebbe semplicemente essere libera di essere se stessa. Un tema più che mai attuale quello del ruolo della donna all'interno della società. Anche se in questa storia si parla di tempi "passati", alcune cose in realtà non sono cambiate molto.


"La scelta di Pandora" è una bellissima storia di formazione che parla di famiglia, luoghi comuni e diversità. Yudori ci racconta la vita di una ragazzina attraverso colori audaci e un tratto molto raffinato e curato nei dettagli. I vestiti del tempo in particolare sono molto ben studiati e aiutano il lettore a entrare immediatamente nell'atmosfera della storia. Ho apprezzato molto anche l'espressività dei personaggi, soprattutto nello sguardo. Pandora è senz'altro quella che spicca maggiormente per il suo viso sempre imbronciato, ma anche gli altri personaggi sono ben curati. Il fumetto nel complesso è emozionante, divertente e malinconico. È stato difficilissimo per me staccarmi dalle pagine e non avere ancora in mano il secondo volume della storia! Non vedo quindi l'ora di poter leggere la conclusione. 


Per chi sarà quest'anno a Lucca Comics segnalo che l'autrice sarà presente in fiera! Non fatevi sfuggire questa opportunità ;)



La scelta di Pandora, Yudori


J-Pop | €20,00 a volume
1 di 2


Disponibile su Amazon e Ibs.it


5/5 ★

Nessun commento:

Posta un commento

CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan