Slider

Monstress di Liu e Takeda | Prime impressioni

sabato 16 febbraio 2019


Monstress, Marjorie Liu e Sana Takeda
Volume uno. Risveglio
Mondadori | €19,00 | Serie in corso
Disponibile su Amazon e Ibs.it

Maika Halfwolf è una arcanica, una mezzosangue, orfana cresciuta in povertà e costretta a fuggire dalle streghe. Una cerchia di persone è infatti interessata agli arcanici per estrarre da loro un potente rimedio. Dal moncherino del suo braccio esce poi una forza oscura che nemmeno Maika sa spiegarsi ma che potrebbe aiutarla, se solo lei riuscisse a controllarla.



Il mondo creato da Liu e Takeda è molto complesso e articolato, tanto da mettere inizialmente in confusione il lettore. Troppe informazioni troppo presto hanno reso la mia lettura abbastanza difficoltosa. L'idea di base è quella di un mondo diviso fra Antichi, umani, arcanici e gatti parlanti in continua lotta fra loro. Noi seguiamo la storia di Maika, una ragazza di diciassette anni cresciuta in condizioni di povertà, che ha combattuto in guerra e che ora cerca una sorta di giustizia. In questo mondo non sembra esserci spazio per i mezzosangue, per questo lei è sempre stata abituata a lottare per ottenere quello che voleva. O almeno da quando ha perso la sua cara madre. I disegni sono ben curati e carichi di particolari con influenze dal mondo comics americano e dai fumetti giapponesi. Ho apprezzato molto la veste di questa storia, soprattutto per le creature fantasy e i gatti, per gli ambienti lussuosi e cupi. Nel fumetto si intrecciano vari stili e mondi, dallo steampunk al dark fantasy. La storia stessa mescola scene di lotta, anche violente, e momenti buffi in compagnia dello "stimato professor Tam Tam" che fra un capitolo e l'altro insegna a un gruppo di gattini le basi di questo mondo. Mi ha colpito molto poi la scelta di rappresentare quasi esclusivamente donne, soprattutto in ruoli di potere. I capi, i soldati, i guerrieri sono tutte donne. Una cosa che non mi aspettavo leggendo questo fumetto è la violenza di alcune scene. I disegni sono spesso molto crudi e diretti, nonostante la giovane età di alcuni personaggi.


Il fumetto viaggia fra passato e presente, attraverso alcuni flashback scopriamo l'infanzia di Maika, il suo rapporto con l'amica Tuya, le manifestazioni del suo strano potere. Un tema che pare molto caro alle autrici è la diversità. Fin dall'inizio vediamo gli arcanici presi di mira dalle streghe, trattati come bestie da macello. Tutte le razze sembrano in conflitto e nessuno viene risparmiato dalla guerra. Se inizialmente ero confusa riguardo alla storia, verso la fine diventa tutto più chiaro e il fumetto termina lasciando nel lettore la curiosità di scoprire che cosa verrà dopo.

Nessun commento:

Posta un commento

CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan