Slider

La mia prima volta al Cartoomics

sabato 10 marzo 2018


Ieri sono stata per la prima volta al Cartoomics, la fiera del fumetto di Milano e vorrei raccontarvi la mia esperienza, le mie impressioni sulla fiera ma, soprattutto, i miei acquisti (so che non vedevate l'ora).

Milano non è esattamente dietro l'angolo per me ma quest'anno c'erano un paio di uscite che non volevo perdermi e ho avuto i mezzi per affrontare il viaggio e sperimentare qualcosa di nuovo. Sono abbastanza esperta per quanto riguarda le fiere del fumetto, ne ho visitate diverse in giro per l'Italia e devo dire che sono le fiere che più mi entusiasmano perché si respira un'aria creativa stupenda. Mi piace girare senza meta fra gli stand, scoprire autori e realtà nuovi e, devo dirlo, fare acquisti. Quest'anno avevo "pochi" titoli in lista ma fondamentali e per fortuna sono riusciti a prenderli tutti!


Il manga che dovevo assolutamente portarmi a casa è "Made in Abyss" di Akihito Tsukushi, da cui è stato tratto l'anime in onda su VVVVID di cui mi ero innamorata. Attendevo con ansia questa uscita e non potevo perdermi l'anteprima arricchita da un poste e la mappa dell'abisso. Piccoli dettagli che per me fanno una grande differenza. Al riguardo ho un piccolo aneddoto: mi sono recata allo stand J-Pop poco dopo l'apertura ma non trovavo "Made in Abyss" da nessuna parte. Chiedendo è venuto fuori che il manga non c'era perché era stato spedito in redazione e non in fiera! Per fortuna nel giro di un'oretta sono riusciti a farsi portare le copie e ho potuto gioire.


Un altro titolo imperdibile è "Melagrana" un'antologia sull'eros edita da Attaccapanni Press. Volevo prenderlo già tempo fa quando era partito il crowdfunding ma avevo problemi tecnici e poi, ahimè, mi è passato di mente e ho perso l'occasione. Ho rimediato subito e sarà una delle mie prossime letture. Fra gli autori che hanno contribuito al fumetto ci sono Flavia Biondi, Loputyn, Giopota, Giulio Macaione.


Appena usciti ma immancabili sui miei scaffali: "Indomite" e "Kids with guns". Il primo è un fumetto di Pénélope Bagieu che raccoglie le biografie di donne celebri dalla creatrice dei Mumin a Joséphine Baker, dalla prima donna transgender all’inventrice del moderno costume da bagno. Una graphic novel che consiglio di recuperarvi perché importante e necessario.


Capitan Artiglio invece, presente anche al comics, propone una storia western con i sauri al posto dei cavalli, un'idea che mi ha colpita fin da subito e che non vedevo l'ora di toccare con mano. L'uscita forse più attesa dell'anno per me e che quindi leggerò immediatamente, anzi forse l'ho sto già adorando mentre state leggendo questo articolo.


L'unico fumetto fuori lista (perché sono precisina e ogni cosa ha una lista) che ho comprato è "Taglia e cuci" di Marjane Satrapi trovato in una bancarella scontato al 40%. Potevo lasciarlo lì? Ovviamente no. Questa è stata la prima fiera in cui ho trovato titoli molto interessante con prezzi super convenienti. Poco in là c'era "Golem" di LRNZ a metà prezzo così come la serie Lumberjanes e tanti altri che, mannaggia, avevo già. 


Infine, acquisti non inerenti ai fumetti, gli unici che mi sono concessa perché in realtà volevo portarmi a casa quasi tutto. Ho preso due dei miei Pocky preferiti, cracker al gamberetto da provare così come il ramune al mirtillo. Mentre stavo scegliendo con cura i miei acquisti allo stand, sono stata sorpresa da uno zombie che pensava di farmi paura ma in realtà mi ero già accorta della sua presenza e ho fatto finta di nulla, lol. Il piccolo Gudetama con la copertina di bacon l'ho preso invece da appendere, non so ancora se allo zaino ma un posticino glielo troverò.


Cartoomics è stata una bella esperienza per me perché ho trovato quello che mi aspettavo e qualcosina in più. Mi sono soffermata maggiormente nella zona fumetti, vagando nella self area per sbirciare un po' le nuove realtà, ma ho apprezzato anche le altre parti soprattutto a livello di intrattenimento. In un padiglione c'era grande spazio per i fan di Star Wars ed ero con gli occhi a cuoricino! Se avrò occasione ci tornerò sicuramente perché è stata una fiera ricca che sono riuscita a godermi senza dover sgomitare. Voi ci siete stati?
CopyRight © | Theme Designed By Hello Manhattan